Menu Principale

Votaci nella top 100

San Giacomo degli Schiavoni
Questa sera a Termoli Concerto dell'Orchestra di Fiati Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
5 dicembre 2019 S.Giulio
 Siete tutti invitati questa sera a Termoli per partecipare al Concerto della nuova Orchestra di Fiati dedicata al flicornista termolese Giuseppe Ragni.
Giuseppe Ragni, suonatore di flicorno soprano suonò con i migliori complessi bandistici d’Abruzzo e di Puglia. Suonò al Pincio e nella Basilica di Massenzio a Roma, alla Mostra d’Oltremare e al San Carlo di Napoli e al festival di San Remo. Ragni durante la sua carriera suonò soprattutto due strumenti a fiato: la tromba (a cilindri) e il flicorno sopranino, eccellendo in entrambi. Anzi, a quel tempo (anni Venti-Trenta del ‘900) come suonatore di tromba è stato in Italia un vero e proprio precursore. Con essa riusciva ad avere la stessa agilità e prontezza di suono che con il flicornino.
Nel 1939 suonò l’Inno al Sole sotto la direzione di Pietro Mascagni in Campidoglio.
A Lecce, dopo l’esecuzione di un assolo della Sonnambula, spartito preparato dal maestro Ernesto Abate, il tenore Tito Schipa lo abbracciò e gli disse: “ maestro Lei canta….non suona”
orchestra_di_fiati_di_termoli
 
Eventi oggi nella nostra regione Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
4 dicembre 2019 S.Barbara
molise_x_sito
4 DICEMBRE mercoledì
CAMPOBASSO | SinTesi – Mostra Fotografica Collettiva / Ex GIL / ore 10:00-13:00 – 17:00-20:00
CAMPOBASSO | Natale ai musei UniMOL – laboratori didattici 5-13 anni / Decorare naturalmente il Natale / Edificio Facoltà Agraria / ore 16:00
CAMPOBASSO | Crisi ambientale e crisi economica – seminario con Massimo Scalia / Casa del Popolo / ore 18:00
ISERNIA | Presentazione del libro “Hai Ragione” / Via Petrarca / ore 18:30
PESCHE | Natale ai musei UniMOL – laboratori didattici 6-18 anni / Decorazioni natalizie con l’arte sulle orme di De Chirico e allestimento albero di Natale / Edificio Facoltà Economia / ore 16:00
 
Giovedì 5 dicembre Concerto dell'Orchestra di Fiati a Termoli Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
2 dicembre 2019 S.Bibbiana
orchestra_di_fiati_di_termoli
 
“Per chi suona la Campana” - L’appello dal cuore di Guardialfiera Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
1 dicembre 2019 Prima domenica d'Avvento
S_Maria_Dall_Assunta_Guardialfiera2
E’ fatica poter amare la nostra terra, i valori, i tesori, il proprio passato in questi anni di irrimediabile e progressivo squallore, assediati ed isolati in una società lessa di egoismi ottusi e crudeli. Sicché capita che sollecitazioni, anche a rigorose prese di coscienza, scivolano fra le esondazioni del superfluo. Sembra niente. Ma niente davvero è sembrato ai padroni del nostro destino, all’annuncio che la Campana più antica e l’unica al mondo ancora efficiente – colata nel Molise dalla Pontificia Fonderia Marinelli nell’anno 1598 – è compromessa. E, istintivamente, va salvata!
Essa, però, è posta sul campanile di Guardialfiera, sfortunato punto geografico della Terra. Questa Campana di sei quintali è anche narratrice di epopèa e di religiosità: è a perpetuare da lassù, l’Indulgenza Plenaria largita da Papa Gregorio XIII alla Confraternita del Sacramento. E lo racconta col brillare dell’Ostensorio effigiato sulla balza predominante del Sacro bronzo.
Sciaguratamente la Campana è issata a Guardialfiera, non sul campanile d’una città sovrana, ammaliatrice di amanti d’arte e di turismo. Ma è qui, in un borgo carico di secoli e di storia. Perché “i piccoli Comuni non sono la periferia della Repubblica, sono la sua base!” E’ il calzante proclama enunciato appena martedì 19 novembre da Sergio Mattarella – Capo dello Stato – davanti alla 36^ Assemblea dell’ANCI ad Arezzo.
E, come al tempo di Isaia, anch’io “per amore di Sion non tacerò, né mi darò pace, finché non sorga come stella la giustizia e la salvezza non risplenda come lampada” (Is. 62,1).  
E’ scandaloso offendere e sminuire, col silenzio e  la glacialità diffusa, un bene comune di innegabile valore storico e sentimentale, solo perché esso appartiene alla solitudine d’un paesino di periferia! O perché il nostro popolo – sempre virtuoso – drammaticamente falcidiato e ridotto a poche centinaia di superstiti, è ora incapace di affrontare un costo di 15 mila €uro, equivalente alla spesa di trasloco della Campana storica in altra monofora (laddove possa suonare ancora per secoli solo a scampanio); a ideare una ricchezza di nuovi programmi sonori e alla fusione di una nuova campana da slanciare a distesa. Da quella stessa ridente Torre Campanaria su cui troneggia anche il Campanone di 13 quintali, celebre per la “Croce Magica”: l’unicum e irresistibile bassorilievo e stimolante crittogramma, organizzato da copiose lettere dell’alfabeto latino, disposte in simmetria sul palo centrale e nei bracci laterali della Croce. Si rivelano apparentemente di impraticabile lettura. Finché, individuata nella lettera “C” centrale la chiave di decodificazione, è sorprendente leggere in direzione orizzontale, verticale, o a destra o a sinistra, addirittura a zig-zag, il termine “Crux” e, man mano, l’antifona al Salmo 2, nel breviario preconciliare per il tempo di passione. Ma che bellezza!
Ai molteplici appelli di solidarietà, diramati in questi giorni d’emergenza dai mass media, oso soggiungere quest’altro, teso ad ottenere un contributo liberale indispensabile a preservare e rivalutare i nostri gioielli nascosti. A creare una rete d’alleanza, un circuito di magnanimità capace d’affrontare la sfida. Confido molto nella sensibilità di spiriti liberi, di  munifici mecenati, di imprenditori, di cuori disposti a donare con liberale spontaneità un dono, il “suo dono”, che potrà essere accreditato, con Bonifico Bancario, alla Parrocchia di S. Maria Assunta – Guardialfiera
Iban: IT26 C030 6941 13310000 0015 146
Sarà un gesto potente che potrebbe smentire l’alone di disinteresse, di apatia, di voluta nefasta sordità, che avvolge la nostra collettività e che uccide storia fede, civiltà. Io continuo a sperare perché “Dio può stancarsi dei grandi luoghi, mai dei piccoli fiori” (Tagore).

vincenzo di sabato
già presidente del Centro Studi Molise
 
Contributo ai costi di locazione degli immobili Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
30 novembre 2019 S.Andrea apostolo
site_gallery_Logo_Contributi_Canoni_Locazione
Ammontano a 106 mila euro  le risorse che la Regione Molise è riuscita ad ottenere dal Ministero
delle Infrastrutture e Trasporti come contributo ai costi di locazione degli immobili, a valere per
gli anni 2019 e 2020. Tali somme potranno essere utilizzate per assegnare contributi e sostenere il
pagamento dei canoni di fitto dovuti ai proprietari degli immobili, di proprietà sia pubblica che
privata.
Per accedere ai finanziamenti i Comuni dovranno predisporre appositi bandi pubblici, con i quali
vanno definiti nel dettaglio i requisiti minimi dei conduttori per poter usufruire del contributo e comunicare alla Regione Molise, entro il prossimo 31 gennaio 2020, il fabbisogno comunale così da pervenire alla graduatoria degli aventi diritto.
“I 106mila euro assegnati al Molise sono una cifra considerevole  se rapportata al nostro territorio, che nei tavoli nazionali si trova a dover competere con regioni molto più grandi e con
un patrimonio edilizio e urbano di dimensioni notevoli”, commenta l’assessore regionale Roberto Di
Baggio.
L’esponente della Giunta osserva ancora: “Abbiamo un rischio spopolamento elevato, soprattutto
nelle aree interne, e dobbiamo combatterlo con tutte le nostre forze e con tutti i mezzi che abbiamo a disposizione, intercettando ogni forma di sostegno in favore delle famiglie e della comunità locale. Questo contributo, rivolto proprio a chi deve sostenere i costi di fitto, è un aiuto importante, anche perché copre sia i canoni dovuti nei confronti dei proprietari privati che dei soggetti pubblici”.
Entro il 31 gennaio 2020 dunque i Comuni dovranno trasmettere tutti i dati alla Regione Molise.
“Perciò – continua Di Baggio – è importante procedere tempestivamente alla pubblicazione dei bandi
pubblici, così da consentire ai cittadini di poter presentare le domande di ammissione al contributo e beneficiare di questo importante sostegno alle famiglie, per arginare le difficoltà economiche che troppo spesso sono la causa del disagio sociale e del continuo esodo dal nostro territorio”.
 
Oscar De Lena rieletto per la terza volta a Presidente dell'Archeoclub di Termoli. Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
29 novembre 2019 S.Saturnino
direttivo_2020-22_rid
Il nuovo direttivo dell'Archeoclub di Termoli, riunitosi lunedi sera 25 novembre, ha riconfermato per la terza volta a Presidente dell'Associazione Oscar De Lena.Nella carica di vice-Presidente Giuseppina Caruso e Segretario Francesco Soriano. Gli altri componenti del Direttivo sono: Enzo Antonarelli, Ettore Silverio, Lucia Lucianetti e Raffaele Bassani.
L'Archeoclub di Termoli è affiliata all'Archeoclub d'Italia che nel 2019 comprendeva 158 sedi distribuite su tutto il territorio nazionale con circa 4500 iscritti.
La "mission" dell'Associazione è la promozione, la conoscenza, la tutela e la valorizzazione del patrimonio artistico-culturale e storico-archeologico del territorio in cui è presente. E’ quello che l'Archeoclub di Termoli, con i suoi 90 iscritti, si preoccupa di fare da 45 anni, da quando questa associazione fu fondata nella nostra città.
Il Presidente De Lena in una breve sintesi, ha riepilogato le più importanti attività svolte dall'Associazione nell'ultimo triennio:

Organizzate 18 escursioni in città d'arte e di interesse archeologico
Visitate 29 località
Organizzate 12 conferenze e presentazione libri
Accompagnate in visita al nostro borgo vecchio oltre 5300 tra turisti e studenti
Partecipazione a 7 trasmissioni televisive della Rai, Sky TV, Mediaset e Molise Web
Partecipazione a diversi PON promossi dalle scuole di Termoli- Programma Operativo Nazionale del Miur,

Augurando buon lavoro alle "new entry" entrate a far parte del nuovo direttivo, De Lena ha voluto ringraziare anche gli ex appartenenti al precedente direttivo Sandro Morgagni (vice-presidente) – Elio Selvaggio (segretario) – Francesco Fimiani (tesoriere) e Michele Zeffiro che per anni hanno dato il loro fattivo contributo per l'associazione.
 
Interessante conferenza oggi a Termoli Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
28 novembre 2019
Violenza_di_genere
 
Ultimo appuntamento a Termoli con la rassegna cinematografica Tempi Moderni Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
28 novembre 2019 S.Fausta
film_il_traditore
Oggi, Giovedì 28 novembre, nel consueto doppio spettacolo delle 18 e delle 21 al Cinema Oddo Termoli, si chiude la settima edizione della Rassegna Cinematografica Tempi Moderni. Una rassegna un po’ più breve del solito, che però ha visto una partecipazione di pubblico oltre le aspettative, a dimostrazione di ciò che andiamo ripetendo da tempo: a Termoli c’è un desiderio diffuso di cultura e di partecipazione.
Il ciclo di proiezioni si chiude con un altro grande film,
Il Traditore di Marco Bellocchio
candidato italiano all’Oscar per il miglior film in lingua straniera, che ha già vinto 7 Nastri d’Argento.
 
Oscar De Lena rieletto per la terza volta a Presidente dell'Archeoclub di Termoli. Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
27 novembre 2019 S.Virgilio
direttivo_2020-22_rid
Il nuovo direttivo dell'Archeoclub di Termoli, riunitosi lunedi sera 25 novembre, ha riconfermato per la terza volta a Presidente dell'Associazione Oscar De Lena. Nella carica di vice-Presidente Giuseppina Caruso e Segretario Francesco Soriano. Gli altri componenti del Direttivo sono: Enzo Antonarelli, Ettore Silverio, Lucia Lucianetti e Raffaele Bassani.
L'Archeoclub di Termoli è affiliata all'Archeoclub d'Italia che nel 2019 comprendeva 158 sedi distribuite su tutto il territorio nazionale con circa 4500 iscritti.
La "mission" dell'Associazione è la promozione, la conoscenza, la tutela e la valorizzazione del patrimonio artistico-culturale e storico-archeologico del territorio in cui è presente. E’ quello che l'Archeoclub di Termoli, con i suoi 90 iscritti, si preoccupa di fare da 45 anni, da quando questa associazione fu fondata nella nostra città.
Il Presidente De Lena in una breve sintesi, ha riepilogato le più importanti attività svolte dall'Associazione nell'ultimo triennio:

Organizzate 18 escursioni in città d'arte e di interesse archeologico
Visitate 29 località
Organizzate 12 conferenze e presentazione libri
Accompagnate in visita al nostro borgo vecchio oltre 5300 tra turisti e studenti
Partecipazione a 7 trasmissioni televisive della Rai, Sky TV, Mediaset e Molise Web
Partecipazione a diversi PON promossi dalle scuole di Termoli- Programma Operativo Nazionale del Miur,

Augurando buon lavoro alle "new entry" entrate a far parte del nuovo direttivo, De Lena ha voluto ringraziare anche gli ex appartenenti al precedente direttivo Sandro Morgagni (vice-presidente) – Elio Selvaggio (segretario) – Francesco Fimiani (tesoriere) e Michele Zeffiro che per anni hanno dato il loro fattivo contributo per l'associazione.
 
Eventi previsti oggi nella nostra regione Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
26 noembre 2019 Beato Giacomo Alberione
molise.jpg
26 NOVEMBRE martedì
CAMPOBASSO | Mostra fotografica “Reenact” di Giada De Santis / Palazzo Gil / ore 10:00-13:00 – 17:00-20:00
CAMPOBASSO | I Giardini di Marzo – tributo a Mogol e Battisti / Binario 1 Cafè Club / ore 21:30
TERMOLI | Assemblea Pubblica: *Giustizia Climatica e Territorio* / Locali della parrocchia del Sacro Cuore / ore 18:00
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 468