Menu Principale

Votaci nella top 100

San Giacomo degli Schiavoni
Bella iniziativa quella del sindaco Rino Bucci Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
7 giugno S.Roberto

5permille-ico

Bella iniziativa quella del nuovo sindaco Rino Bucci e della sua amministrazione che chiede ai cittadini  di donare il 5 x 1000 della Dichiarazione dei Redditi a favore del Comune di S.Giacomo ( Cod. Fiscale 82004420707 ).
I fondi che saranno raccolti nelle casse comunali, andranno a finanziare i servizi rivolti agli anziani, alle famiglie in difficoltà, ai giovani e alle fasce più deboli della popolazione. Clicca sull'icona per ingrandirla.
 
Avviso di sospensione flusso idrico Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
6 giugno 2011
rubinetto2Nota informativa del Comune di San Giacomo degli Schiavoni - www.comune.sangiacomo.cb.it
AVVISO SOSPENSIONE FLUSSO IDRICO
Si rende noto a tutta la cittadinanza che in data odierna, a causa dei lavori di riparazione della condotta tratto serb. Castelmauro - part. in pressione Acquaviva, il flusso idrico verrà sospeso, come da comunicazione trasmessa da Molise Acque. La regolarizzazione del flusso è prevista per la mattinata del 07/06/2011.
Si invitano i cittadini ad essere parsimoniosi nell'uso dell'acqua.
 
Ieri pomeriggio a Guglionesi presentato il libro di Antonio Sisto: "A merica" Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
6 giugno 2011 S.Norberto
Presentaz.libro_America-icoNella bellissima "location" del teatro Fulvio di Guglionesi è stato presentato ieri pomeriggio l'ultima fatica di Antonio Sisto: "A merica terre di fortune"
Questa volta, è stato il sentito e attualissimo tema dell'emigrazione, ad essere rivisitato e analizzato con gli occhi e la nitida memoria di un arzillo emigrante di 104 anni ritornato a vedere il suo paese dopo ben 92 anni di assenza da Guglionesi e dall'Italia due anni fa. A MERICA terre di fortuna è il titolo del libro che Antonio Sisto ha dedicato a Michele Lanese un guglionesano nato nel 1907 ed emigrato a Montreal nel 1917 insieme a sua madre e alle sue sei sorelle e che il prossimo mese festeggerà la bella età di 104 anni. Il padre Giuseppe e tre dei suoi fratelli li avevano preceduti tre anni prima. Si puo tranquillamente affermare che la famiglia Lanese ha fatto da apripista all'emigrazione di massa che, dal 1945 al 1975, ha portato tanti guglionesani in A MERICA.Michele, nell'arco di un secolo, si è fatto onore come tanti altri compaesani che, in questi lunghi anni, si sono inseriti e distinti, a vario titolo, nel tessuto sociale del Canada riuscendo ad occupare anche posti di assoluta responsabilità.Fa parte di quel grande esercito di emigrati molisani che, per secoli, hanno dato un contributo determinante alla crescita di tutte quella nazioni che si sono servite delle loro braccia e delle loro intelligenze.La pubblicazione, voluta dall'Amministrazione comunale, edito dal Centro Grafico di Foggia, si inserisce con grazia ed eleganza nelle varie manifestazioni per il 150° dell'Unità d'Italia organizzate dal comune di Guglionesi.
Alla manifestazione sono intervenuti:
Antonio Lucarelli Vice Sindaco del Comune di Guglionesi - moderatore; Giuseppe D'Urbano Assessore alla Cultura - Saluti; Leo Antonacci Sindaco del Comune di Guglionesi - Saluti;  Adele Terzano - recitazione brani; Nicola Palladino - canto/chitarra; Oscar De Lena - proiezioni; Giovanni De Fanis - relatore e Antonio Sisto - autore del libro.
Tanta la gente presente ed applausi per tutti gli intervenuti. Sorpresa della serata una proiezione di un'intervista all'arzillo Michele Lanese da parte di Antonietta Miletti effettuata qualche settimana fa a Montreal dove entrambi risiedono e dove è stato girato il filmato che potrete vedere qui sotto.
I libri sono stati regalati al pubblico presente che ha lasciato una offerta nella damigiana della solidarietà; le offerte ricavate saranno devolute per le necessità della Parrocchia di Santa Maria Maggiore di Guglionesi.

 
Oggi a Guglionesi, presentazione del libro "A Merica" di Antonio Sisto Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
5 giugno 2011 S. Bonifacio

libro_a_merica-ico

Oggi, domenica 5 giugno,  presso il teatro comunale Fulvio di Guglionesi alle ore 18 sarà presentata l'ultima fatica letteraria dello scrittore guglionesano Antonio Sisto. Questa volta, è il sentito e attualissimo tema dell'emigrazione ad essere rivisitato e analizzato con gli occhi e la  nitida memoria di un arzillo emigrante di 102 anni ritornato a vedere il suo paese dopo ben 92 anni di assenza da Guglionesi e dall'Italia. "A  MERICA terre di fortuna ", edito dal Centro Grafico di Foggia, è il titolo del libro che Antonio Sisto ha dedicato al signor Michele Lanese.
Michele è nato a Guglionesi nel 1907 e all'età di dieci anni è emigrato a Montreal insieme a sua madre e alle sue sei sorelle. Il padre Giuseppe e tre dei suoi fratelli li avevano preceduti tre anni prima nel 1914.
Si puo tranquillamente affermare che la famiglia Lanese ha fatto da apripista all'emigrazione di massa che, dal 1945 al 1975, ha portato tanti guglionesani in A MERICA.
Michele, nell'arco di un secolo, si è fatto onore come tanti altri compaesani che, in questi lunghi anni, si sono inseriti e distinti, a vario titolo, nel tessuto sociale del Canada riuscendo ad occupare anche posti di assoluta responsabilità.
Fa parte di quel grande esercito di emigrati molisani che, per secoli, hanno dato un contributo determinante alla crescita di tutte quella nazioni che si sono servite delle loro braccia e delle loro intelligenze.
La pubblicazione, sponsorizzata dall'Amministrazione comunale, si inserisce con grazia ed eleganza nelle varie manifestazioni per il 150° dell'Unità d'Italia organizzate dal comune di Guglionesi.
Interverranno: Bartolomeo Antonacci-Sindaco di Guglionesi, Antonio Lucarelli-Vice Sindaco di Guglionesi, Giuseppe D'Urbano- Assessore alla cultura, Antonio Sisto-Autore e Giovanni De Fanis- Relatore. Adele Terzano-Recitazione brani, Nicola Palladino-Interventi musicali e Oscar De Lena- regia immagini, suoni e proiezioni video.
Grazie alla grande professionalità di Oscar De Lena verrà proiettato un video realizzato a Montreal dai coniugi Antonietta e Filippo Miletti nel mese di Maggio 2011 in cui Michele saluta i suoi paesani per l'occasione della presentazione del libro. Sicuramente sarà un momento molto toccante e di grande emotività. Siete tutti invitati...
Sarà presente la damigiana della solidarietà e le offerte ricavate saranno devolute per le necessità della Parrocchia di Santa Maria Maggiore di Guglionesi.
 
Domani, 5 giugno: "Festa dello Sport", IV edizione a Guglionesi Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
4 giugno 2011 S.Quirino
coni-icoIl C.O.N.I. in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di Guglionesi coadiuvato dall’Assessore allo Sport Leonardo VILLANI, organizza per la giornata di Domenica 5 giugno 2011, alle ore 10,00 presso il campo sportivo comunale di Guglionesi, la Festa dello Sport Nazionale. Siamo lieti di ospitare le seguenti Associazioni Sportive di Guglionesi:
- A.S.D. Volley Femminile
- Body Art Club
- A.S.D. Scuola Calcio Lupetti
- A.S.D. Scuola Calcio Real Guglionesi
Si invita tutta la cittadinanza a partecipare alla manifestazione sportiva di domenica per trascorrere una giornata lieta.
Sponsor Ufficiale della Manifestazione Frantic CAFE’
L’Amministrazione Comunale
L’Assessore allo Sport e Associazione
(Leonardo VILLANI)
 
Referendum del 12 e 13 giugno, andiamo a votare Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
3 giugno 2011 S.Carlo
Chi mena per primo, mena due volte
referendum-icoDa un nostro lettore, Amerigo Iannacone riceviamo e pubblichiamo:
Andiamo a votare, il 12 e 13 giugno, ai referendum. Non ci lasciamo sfuggire questo scampolo di democrazia. Si tratta di un voto di grande importanza per il nostro futuro.
Un “Sí” contro le centrali nucleari, che mettono a rischio il futuro nostro e dei nostri figli. Due “Sí” contro la privatizzazione dell’acqua: provvedimento che ci ruba il piú importante dei beni comuni per cederlo a pochi furbi. Un “Sí” alla soppressione di un decreto che discrimina i cittadini, un decreto in base al quale la legge non è piú uguale per tutti.
Si sta parlando poco dei referendum? È proprio questo che deve insospettire: non vogliono che andiamo a votare e, se anche non ci fossero altri motivi, basterebbe questo per spingerci ad andarci.
Il referendum costituisce uno di quei pochi momenti di democrazia diretta, di vera democrazia, quando siamo noi, i cittadini comuni, a decidere, senza intermediari, senza delegare politici, i quali spesso fanno strame del nostro voto.
Sì, non facciamoci sfuggire l’occasione: il 12 e 13 giugno andiamo tutti a votare e votiamo quattro “Sí”.
Amerigo Iannacone
Guarda il video di sotto

 
Oggi, Festa della Repubblica, un pensiero a chi ha offerto la sua vita per la nostra libertà Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
2 giugno 2011 Festa della Repubblica

logo_repubblica_italiana-ico

La redazione del nostro sito nella ricorrenza del 2 di giugno, Festa della Repubblica,  festeggia questa giornata  nell'anno dei 150 anni dell'Unità d'Italia riproponendo un breve filmato con la colonna sonora scritta e musicata dall'amico Nicola Palladino e con un collage di foto di Oscar De Lena.
Un pensiero va oggi a tutti quei giovani che hanno offerto la loro vita nelle tante guerre che si sono succedute in questi 150 anni, ai tanti emigranti che con le loro rimesse hanno contribuito a che l'Italia diventasse quella che è oggi e a tutte quelle persone che senza clamore e, in umiltà, hanno sempre svolto dignitosamente il loro lavoro per far grande questa nostra patria....Viva l'Italia
Clicca sull'indirizzo di sotto per ascoltare la canzone Camicia Rossa scritta per l'occasione dal prof. Nicola Palladino

http://www.facebook.com/profile.php?id=100001926921143&ref=ts

 
Il vice-sindaco Emilio Pelilli ringrazia i suoi elettori Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
2 giugno 2011 Festa della Repubblica
emilio_pelilli-2Cari Cittadini ed Elettori,
Prima di tutto volevo scusarmi con vo tutti se non saro’ presente alla festa del 2 Giugno, ma degli impegni presi prima delle elezioni ,mi impediranno di esserci.Volevo ringraziarvi personalmente per il vostro sostegno datomi in questa campagna elettorale ma visto che non ci saro’ lo faccio con questa lettera esprimendo la mia più profonda gratitudine per la fiducia ricevuta da tutti gli elettori. Per me è stato un onore ricevere cosi tante preferenze alla mia prima candidatura e sinceramente non me lo sarei mai aspettato.Volevo innanzitutto scusarmi con la mia famiglia , la mia ragazza e gli amici più cari se in questo periodo di campagna elettorale li ho trascurati, ma loro sanno benissimo l’ impegno che dedico a ogni mio progetto e che ci metto sempre animo e cuore in ogni cosa che faccio.Volevo ringraziarli perché mi sono stati vicini , mi hanno confortato e aiutato ad affrontare questa nuova avventura , difficile ma splendida e so che mi daranno sostegno anche per tutto il periodo del mio mandato.Volevo ringraziare il Sindaco Rino Bucci per la fiducia datami e per gli incarichi che mi sono stati affidati; cercherò in tutti i modi di non deluderlo e non deludervi perche è anche grazie a voi che ho potuto ottenere questo risultato.Ringrazio Voi tutti perché in questa campagna elettorale avete voluto premiare l’impegno mio e dei mie collaborati, contribuendo così a portare avanti una battaglia di rinnovamento e cambiamento all’interno del Consiglio Comunale al fine di costruire un Paese diverso, più moderno e più partecipe in cui il senso di comunità possa tornare ad essere la colonna portante della vita di S. Giacomo degli Schiavoni. Ora che sono stato eletto grazie al generoso contributo di numerosi cittadini, mi impegnerò assieme a tutti coloro che mi hanno sostenuto e non, a portare avanti idee nuove e cercare di risolvere i problemi che sono emersi ed emergeranno dall’incontro con la popolazioneIl servizio alla comunità, l’impegno costante, la volontà di ascolto saranno le linee guida della mia azione politica all’interno del Consiglio Comunale. A tale scopo, sarò a disposizione di tutti coloro che vorranno pormi suggerimenti, proposte e segnalazioni , mettendomi a disposizione incontrando la cittadinanza Cercherò in tutti i modi di collaborare con i ragazzi di S. Giacomo per fare in modo che le loro proposte vengano ascoltate, considero fondamentale tener conto delle esigenze dei giovani, le loro difficoltà e fare in modo che queste vengano superate perché, come ho già detto in un comizio elettorale “ I Giovani sono Il Presente e non Il Futuro”. Mi impegno inoltre a portare avanti i punti del programma a voi proposti durante la campagna elettorale, considerando tuttavia fondamentale per la realizzazione di essi l’apporto di voi cittadini che rappresenterete un sostegno alla mia azione politica in
Consiglio Comunale e nella città. Infine, voglio ribadire ancora una volta il mio ringraziamento a voi elettori che mi avete dimostrato fiducia, e a tutti coloro che con il loro impegno e il loro sacrificio hanno contribuito alla mia elezione, perché senza di loro non avrei mai potuto realizzare questa “impresa”.

GRAZIE DI CUORE A TUTTI !!!!!
Il Vice Sindaco/Assessore
PELLILLI EMILIO
 
Questa sera tutti in Piazza Roma per festeggiare il nuovo sindaco Rino Bucci Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
2 giugno 2011 Festa della Repubblica
Oggi 2 giugno, Festa della Repubblica, il nuovo sindaco Rino Bucci e tutti i componenti della lista nr. 2 "Per il Futuro di S.Giacomo", festeggeranno la vittoria alle ultime elezioni comunali con una grande festa alla quale sono invitati tutti i cittadini di S.Giacomo. Il vice sindaco Emilio Pelilli si scusa di non poter essere presente, causa precedenti impegni presi prima delle
votazioni. La festa avrà luogo in Piazza Roma ad iniziare dalle ore 20,00. Tutta la cittadinanza è invitata a partecipare per trascorrere qualche ora in allegria tutti insieme.

 
La nuova S.Giacomo non si farà: il neo consiglio revoca la colata di cemento Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
2 giugno 2011 Festa della Repubblica
Estratto dal sito di Primonumero
Marcia indietro sul progetto da 64mila metri cubi di cemento al confine con Termoli, che aveva infiammato la campagna elettorale del piccolo centro basso molisano. La nuova Amministrazione comunale di Bucci, con il voto anche del consigliere di minoranza Attilio Galasso, revoca la delibera che serviva su un piatto d’argento all’attuale consigliere di opposizione Ceccarelli la possibilità di realizzare su un terreno a vocazione agricola oltre 400 alloggi. I proprietari del terreno sono l’ingegnere Graziano Ceccarelli, che si è candidato alla fascia tricolore, e Michelantonio Perrotta, responsabile dell’Ufficio Tecnico comunale, che nel 2005 ha acquistato quei sette ettari a un’asta fallimentare San Giacomo degli Schiavoni. La mega lottizzazione di San Giacomo degli Schiavoni non s’ha da fare. E non solo perché i cittadini hanno opposto una ferrea resistenza contro il progetto da oltre 200 alloggi di edilizia sociale nei sette ettari finora sopravvissuti al cemento tra il piccolo centro basso molisano e Termoli. Ma soprattutto perché il nuovo Consiglio Comunale, subentrato all’Amministrazione Galasso che alla fine del suo mandato aveva dato il nulla osta al progetto, ha revocato la delibera.
Martedì sera, nell’assemblea civica monotematica convocata proprio per fare un passo indietro rispetto alla lottizzazione attraverso gli strumenti amministrativi, sono state approvate due delibere che rispettivamente modificano il vincolo entro il quale si può intervenire con il Piano Casa e revocano l’atto del 29 marzo 2011 relativo al “programma costruttivo di edilizia sociale della società Borgo”, che fa riferimento all’ingegnere Graziano Ceccarelli, candidato sindaco non eletto, e a Michelantonio Perrotta, responsabile dell’Ufficio Tecnico Comunali. Entrambi proprietari del terreno da trasformare in una miniera d’oro grazie a un colpo di mano del sindaco appena uscito di scena, Antonio Galasso, che a fine mandato aveva approvato la colata di cemento da 64mila metri cubi in favore, evidentemente, di quello designato come suo successore. Ma la “New Town”, la San Giacomo 2, come ironicamente è stata ribattezzata in paese nel clou della campagna elettorale, segnata proprio da una vicenda intrisa di aspetti controversi e conflitti, portata all’attenzione da una nostra inchiesta, non si farà. Il Consiglio ha modificato con una prima delibera il perimetro della zonizzazione entro il quale si può costruire, riducendolo da “illimitato” a 250 metri dal centro abitato. I sette ettari della società “Borgo” sono esclusi: si trovano infatti troppo lontano dal paese, praticamente sulla linea di confine con la città adriatica. E dunque, ha stabilito la neo Amministrazione guidata da Rino Bucci, là non valgono le regole del Piano Casa e non si può costruire, essendo peraltro la destinazione originaria del terreno “agricola” e non “residenziale”. 8 voti favorevoli, quelli dei sette di maggioranza e di Attilio Galasso, ex candidato sindaco non eletto che da subito aveva espresso una decisa contrarietà al progetto.
Nessun voto contrario. Sì, perché i due consiglieri che avrebbero potuto opporsi alla scelta di revocare la lottizzazione non si sono presentati. Uno, Gianfranco Galasso, per impegni lavorativi fuori. L’altro, Graziano Ceccarelli, l’ingegnere e proprietario del terreno, per ragioni di incompatibilità. «Non avrei potuto asssistere alla discussione essendo comproprietario del terreno» spiega. Nessuna discussione, nessuno scontro in aula. Otto mani alzate concordi sulla revoca della delibera, che aveva aperto le porte a un quartiere di proporzioni inimmaginabili per un centro piccolo come San Giacomo.
«Abbiamo indetto il Consiglio in fretta per procedere con la revoca entro i sessanta giorni previsti dalla legge» spiega il sindaco Rino Bucci, soddisfattissimo, al termine dell’assise di martedì 31 maggio. I termini scadevano il 6 giugno, ma anche se con l’acqua alla gola il neo Consiglio ha fatto in tempo a fare marcia indietro rispetto a un progetto che, si legge nella relazione tecnica dell’ingegner Macchiaroli, è «invasivo» e «non proporzionato».
«La previsione di incremento demografico di San Giacomo – aggiunge il primo cittadino – non giustifica una lottizzazione del genere, che peraltro si trova distante dal centro abitato e avrebbe avuto, fra le altre cose, il demerito di svalutare i fabbricati del nostro Comune». «Abbiamo anche fatto valere un vincolo di legge regionale – commentano gli altri consiglieri – che impedisce di costruire nella fascia di rispetto di 50 metri dai boschetti. La lottizzazione della ditta Borgo si trovava a soli 5 metri dal boschetto».Tutti ostacoli che erano stati abilmente rimossi dalla ex maggioranza, che in maniera compatta– con l’esclusione di Costanzo Della Porta – aveva regalato al candidato sindaco Ceccarelli, su un piatto d’argento, la possibilità di costruire su un terreno agricolo e panoramico, acquistato a un’asta fallimentare dal tecnico comunale Perrotta, appartamenti e
villette di edilizia convenzionata. La delibera di marzo aveva spaccato il paese, dividendolo tra favorevoli e contrari, e aveva suscitato uno sdegno duplice: quello per la colata di cemento e quello per il conflitto che gli gravitava attorno, con Ceccarelli nel doppio e imbarazzante ruolo di candidato alla carica più alta del Comune e proprietario del terreno agricolo da riconvertire in una seconda San Giacomo, traendone verosimilmente un profitto elevato.
All’epoca erano stati gli avversari politici dell’ingegnere Ceccarelli ad annunciare il ricorso al Tar contro il provvedimento che superava tutti i vincoli. Oggi il ricorso potrebbe invece arrivare proprio dai titolari de Il Borgo. «Ma è una possibilità che non ci spaventa e non ci preoccupa- dicono i consiglieri di maggioranza – Abbiamo fatto quello che dovevamo, la popolazione ci ha eletto anche per questo».

 
<< Inizio < Prec. 471 472 473 474 475 476 477 478 479 480 Succ. > Fine >>

Pagina 473 di 486