Menu Principale

Votaci nella top 100

Ieri Ambiente basso Molise ha promosso la manifestazione Il Mare D'Inverno Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   
7 febbraio 2011 S.Teodoro
Fino alla bara, sempre se ne impara
ambiente_basso_molise_6feb11-icoIn una giornata splendente,  si è svolta la manifestazione  IL MARE D'INVERNO organizzato da FARE VERDE. Ottima la partecipazione moltissimi i Soci di Ambiente Basso Molise con il suo Presidente Luigi Lucchese e della Protezione Civile di Campomarino. L’Operazione di pulizia e salvaguardia si è svolta sul litorale nord di Campomarino in un tratto di particolare interesse paesaggistico per la presenza di bellissime dune naturali.I rifiuti spiaggiati rappresentano uno dei principali problemi delle nostre coste. Esse risentono purtroppo delle brutti abitudini di persone incivili ma soprattutto di operatori, che nonostante fanno del mare la loro risorsa principale, non lo rispettano. I rifiuti che si trovano nelle nostre spiagge non provengono infatti solamente dai bagnanti, ma possono giungere dal mare da molteplici fonti, come i fiumi, le strade, le imbarcazioni, le attività umane in mare e dagli scarichi fognari.  Le nostre associazioni periodicamente si impegnano a rimuovere i rifiuti che sono spiaggiati ma, non basta.  Inoltre non vi sono solo rifiuti sulla spiaggia il più delle volte vi troviamo fuoristrada, moto e quad che spadroneggiano sulle dune. I controlli purtroppo latitano e questi signorini fanno il loro comodo a dispetto delle norme e leggi che vietano l’uso di mezzi meccanici sul litorale.Di comune accordo con i responsabili di  FARE VERDE nei prossimi giorni presenteremo un esposto alle forze dell’ordine in merito alla situazione di degrado del litorale e alla mancata vigilanza per quanto riguarda gli automezzi che distruggono le dune.Numerosa la partecipazione del gruppo di Ambiente Basso Molise, cosa importante i nuovi iscritti c’erano tutti. Un grazie a Roberto, Matteo, Luigi, Antonio e Antonio (nonno e nipote) Renato, Pasquale Rosamaria e Giuseppe , Chiara e Alice, Peppino, Peppe, Andrea.
Ma come possiamo pensare di attirare il turismo sul litorale molisano se sulle nostre spiagge nel 2011 si continuano  a trovare ancora copertoni, bidè, tazze di cesso e altre porcherie.... ma possibile che non si riesce a individuare questi "nuovi barbari" che disonorano il nostro territorio per fargli provare qualche giornata di fresco nelle celle del carcere di Larino?
Per vedere quante sconcezze sono state raccolte ieri, collegati con il sito di Ambiente basso Molise.

www.lontanodalparadiso.splinder.com

 

Per lasciare un commento a questo articolo devi essere registrato al sito.