Menu Principale

Votaci nella top 100

Visitiamo il bosco Corundoli a Montecilfone Stampa E-mail
Scritto da Oscar De Lena   

4 maggio 2010 SS.Silvano e Nereo
Chi mal mangia, assai digiuna
bosco_montec.icoDal nostro caro amico Luigi Lucchese, Presidente dell'Associazione Ambiente Basso Molise, riceviamo e pubblichiamo:
UNA BOCCATA DI BIODIVERSITA’
Qualche mattina fa siamo partiti in quattro con una meta: il bosco di Corundoli a Montecilfone.
Montecilfone è una ridente cittadina di circa 1500 abitanti le cui origini sono chiaramente albanesi infatti, all’ingresso del paese troviamo la scritta in lingua arbëreshë Munxhufuni.
Scarpe da trekking, magliette maniche corte, pantaloni adeguati e via si parte. Il luogo a prima vista si presenta bene: pulito, con percorsi e tanto verde. Ci inoltriamo per il sentiero “La Shpea” (sentiero via crucis) e la prima cosa che piacevolmente ci colpisce è il tracciato  cosparso di ciclamini: bellissimo.Il Bosco Corundoli, una intera collina coperta di bosco, 80 ettari di bosco collinare di latifoglie, le cui specie dominanti sono la roverella, il cerro e il leccio, che vegetano in associazione con altre essenze arbustive: biancospino, prugnolo e ginestra: i più prolifici produttori di ossigeno.  Un ambiente unico fatto di suoni e profumi, farfalle, insetti, fiori, animali, uccelli, un luogo dove l'unica protagonista é madre natura Puoi camminare sui sentieri segnati o esplorare a tuo piacimento. Quando sei qui ti senti come se avessi chiuso la porta sul resto del mondo. In questo posto dove l’aria è pulita, il silenzio assordante e la natura è così vicina, si trova la calma con estrema facilità.Sicuramente questo bellissimo luogo, così stupendo entrerà nei percorsi naturalistici che proponiamo ogni anno ai nostri giovani allievi Clicca qui per vedere alcune foto scattate nel bosco.Per vedere altre bellissime foto clicca sul sito:
http://www.lontanodalparadiso.splinder.com/

 

Per lasciare un commento a questo articolo devi essere registrato al sito.