Domani decima tappa del Giro d'Italia: Termoli-Teramo Stampa
Scritto da Oscar De Lena   
16 maggio 2011 S.Ubaldo

tappa_term-teramo-ico

Dopo le fatiche "vulcaniche" sull'Etna, tappa vinta per distacco dallo spagnolo Contador, e il primo giorno di riposo di ieri con relativo trasferimento da Catania in continente, si ripartirà domani dal piazzale del porto di Termoli per un'altra tappa in cui si dovrebbero veder lottare gli sprinter. Attraverso le province di Campobasso, Chieti, Pescara e Teramo si arriverà nel capoluogo più settentrionale dell'Abruzzo dopo aver percorso i 159 km che separano Termoli da Teramo. Gli ultimi chilometri della frazione presentano leggere salite che non dovrebbero assolutamete preoccupare i velocisti. Guarda l'icona per vedere l'itinerario della 10° tappa.
Caratteristiche del percorso:
Gran parte della tappa si svolge sulla costa Adriatica, risalendo verso l'Abruzzo, senza particolari difficoltà altimetriche. Unico GPM di giornata è sulla collinetta di Vasto, un paio di km di salita nelle prime fasi di corsa. Più avanti si supera Ortona, con il suo possente Castello Aragonese, e Pescara, patria di D'Annunzio e Flaiano. Fino a Giulianova Lido si prosegue sul litorale ospiti di alcune delle più piacevoli località di villeggiatura abruzzesi. Qui, a 24 km dall'arrivo, il percorso vira verso l'interno per arrivare a Teramo. La strada è in falsopiano, ma il dislivello da superare è di appena 240 metri, cioè l'1% di pendenza. Non ci sarà dunque l'occasione per scattare. A Teramo sarà volata.